Benvenuti in Dyslang


Dyslexia

La dislessia è una difficoltà nell’acquisizione delle abilità di lettura e scrittura che interessa il 10% della popolazione europea, indipendentemente dalla lingua. Senza supporto e senza interventi appropriati, gli allievicon dislessia non riescono a sviluppare le competenze alfabetiche funzionali (“literacy skills”) necessarie per affrontare con profitto le diverse materie scolastiche.

Fino a poco tempo fa, il supporto di studenti plurilingui con dislessia veniva ritenuto problematico a causa dell’eterogeneità degli ambienti linguistici di provenienza dei singoli individui, e della apparente complessità del processo di diagnosi. Tuttavia, si è verificato un cambiamento nei modelli educativi esistenti.Si è passati dalla mera abitudine di “etichettare” un bambino come “dislessico”, al tentativo di offrire al bambino stesso il supporto necessario per le sue difficoltà, indipendentemente dalle cause sottostanti. Questo nuovo atteggiamento ha aperto la possibilità di offrire interventi di supporto appropriati, a prescindere dall’ “etichetta” attribuita al singolo individuo.


Dyslexia




Il progetto Dyslang ha lo scopo di offrire supporto ad allievi e studenti plurilingui con dislessia, nell’apprendimento delle lingue moderne previste dal curricolo scolastico.

Comprendere la dislessia


Dyslexia

Nonostante le definizioni di dislessia adottate nei diversi paesi siano varie e spesso molto diverse tra loro, esiste un generale consenso sul fatto che la dislessia è connessa all’apprendimento della letto-scrittura ed associata ad alcune altre difficoltà.

All’interno progetto del progetto Dyslang intendiamo fare chiarezza su alcuni aspetti che riguardano il rapporto tra dislessia e apprendimento delle lingue, evidenziando ciò che può variare a seconda della cultura, della lingua e delle peculiarità dei singoli contesti. Intendiamo inoltre mettere in luce come la dislessia si manifesti in modi diversi nei diversi individui. Ciascuno deve quindi essere compreso e rispettato per le proprie peculiarità, i propri punti di forza e di debolezza, le proprie abilità e difficoltà. La dislessia non ha nulla a che vedere con la mancanza di capacità, né è il risultato di un insegnamento inadeguato, ma un problema reale che condiziona l’apprendimento di molti allievi e studenti.

 

Dyslexia
La dislessia e l’apprendimento della lingua

La dislessia può interferire con l’apprendimento della lettura e della scrittura sia nella prima lingua (o lingua madre) che nella seconda. È importante che gli insegnanti della lingua di scolarizzazione, così come quelli di lingua straniera, siano consapevoli di tali problemi. Lo scopo di questo progetto è infatti quello di mettere a disposizione degli insegnanti indicazioni e strategie per aiutare i loro studenti ad affrontare le difficoltà che potrebbero incontrare nell’apprendimento linguistico.

Dislessia e multilinguismo     Che cosa significa multilinguismo?


Bulgaria  Bulgaria   La popolazione di origine bulgara costituisce l’84,8% della popolazione, quella di origine turca l’8,8%, e quella di origine rom il 4,9% (il turco è la lingua madre per circa il 25-30% di essi). Maggiori informazioni

Czech Republic  Repubblica Ceca   Il numero totale di alunni e studenti in Repubblica Ceca è di 2.086.163, di cui il 2,9% è costituito da stranieri. La maggior parte degli studenti proviene dal Vietnam, dall’Ucraina e dalla Slovacchia. Maggiori informazioni

Italy  Italia   Nell’anno scolastico 2010/2011 vi erano 710.263 studenti di cittadinanza non italiana. A confronto con l’anno precedente, si è verificato un incremento del 5,4%. La nazionalità straniera maggiore maggiormente rappresentata è quella rumena. Maggiori informazioni

Switzerland  Svizzera   Nella Svizzera di lingua italiana, i bambini imparano a scuola tre lingue straniere: francese, tedesco e inglese. Nell’anno scolastico 2009/2010, nella scuola primaria, la percentuale di studenti immigrati era intorno al 21% (la stima si basa sulla lingua madre degli stessi). Maggiori informazioni

Turkey  Turchia   In Turchia, circa l’85% della popolazione ha come lingua madre il Turco, seguito dal Curdo (12%), dall’Arabo (1%) e Zazaki (1%). Maggiori informazioni

United Kingdom  Regno unito   Vi sono circa un milione di bambini e ragazzi tra i 5 e i 18 anni nelle scuole del Regno Unito che parlano un numero di lingue straniere che supera le 360. Maggiori informazioni

Wales  Galles   Il Galles è un Paese in cui l’inglese è la lingua principale, ma circa il 25% della popolazione parla la lingua indigena, il gallese. Maggiori informazioni

Che cosa significa multilinguismo?


I ricercatori spesso definiscono “bilingue” chi è in grado di parlare due lingue e “multilingue” chi è in grado di parlare tre o più lingue. In questo progetto i termini “bilingue” e “multilingue” saranno utilizzati in modo intercambiabile per riferirsi a tutti coloro che sanno comunicare con un buon livello di competenza in più di una lingua.


Buone pratiche


Tutti i partecipanti al corso Dyslang sono invitati ad inviarci i loro esempi di buone pratiche. Quali metodi e approcci avete trovato efficaci nel lavoro con apprendenti plurilingue con dislessia? Quali strumenti di supporto avete trovato utili nella vostra attività di insegnamento? Saremmo felici di pubblicare esempi di attività o strategie, in modo da creare una comunità online di buone pratiche, nella prospettiva di una didattica inclusiva.. Vi chiediamo di inviare i vostri contributi al partner del progetto di riferimento: claudiacappa@cnr.it


Commenti dei partecipanti sul corso

Grazie per tutto questo prezioso lavoro! (Elena)

Informazioni sul progetto


Titolo del progetto: Dyslexia and Additional Academic Language Learning (DYSLANG)

Numero della proposta: 518969-LLP-1-2011-1-UK-KA2-KA2MP

Organizzazione proponente: British Dyslexia Association

Il progetto DysLang intende sensibilizzare sull’importanza dell’apprendimento delle lingue straniere sia come fonte di arricchimento personale sia come strumento volto a favorire l’inserimento nel mondo del lavoro. Il progetto mira ad offrire supporto principalmente a coloro che hanno difficoltà nell’apprendimento delle lingue straniere e/o che hanno sviluppato un atteggiamento poco positivo nei confronti di questo tipo di apprendimento.

  • Scopo del progetto è la realizzazione di un corso per insegnanti di lingue volto a fornire loro indicazioni per il supporto ad allievi con dislessia e/o con background plurilingue nell’apprendimento delle lingue curricolari. Il corso prevede la realizzazione di una piattaforma e-learning, ma anche la creazione di materiali didattici scaricabili dal sito.
  • Il progetto prevede che ciascun paese partner sia in grado di rintracciare i canali adeguati per l’accreditamento del corso ai partecipanti.

Contatti


Contatti

UK  - British Dyslexia Association (BDA), Jill Fernando, JillF@bdadyslexia.org.uk
        www.bdadyslexia.org.uk

      - University of South Wales, Debra McCarney, debra.mccarney@southwales.ac.uk
        www.southwales.ac.uk

CZ  - Euroface Consulting s.r.o., Ing. Katerina Nevralova , management@euro-face.cz
        www.euro-face.cz

CH - Department of Teaching and Learning (DFA - SUPSI), Sara Giulivi, sara.giulivi@supsi.ch
        www.supsi.ch

BG  - Dyslexia Association - Bulgaria (DABG), Daniela Boneva, dabg_rousse@yahoo.com
        www.dyslexia-bg.org/

IT   - National Research Council (ISAC - CNR), Claudia Cappa, claudia.cappa@cnr.it
        www.ifc.cnr.it

TR  - Middle East Technical University, Ankara, (METU), Claire Ozel, claire.ozel@gmail.com
        www.metu.edu.tr

News


Meeting

Avvio del corso pilota DYSLANG

In Italia il corso pilota Dyslang è iniziato il 9 Novembre presso la sede di Savigliano dell’Università di Torino – Corso di Laurea in Scienze della formazione. Il corso prevede una parte di formazione in presenza, e un’altra in e-learning.

Chi fosse interessato a partecipare ad alcune lezioni può contattare claudia.cappa@cnr.it

Nella Svizzera di lingua italiana il corso pilota avrà inizio in Febbraio 2013. Per informazioni in merito contattare sara.giulivi@supsi.ch

Informazioni aggiornate sul progetto sono disponibili al seguente link: http://www.dislessiainrete.org/dyslang.html